Tradizione e innovazione: ai Nastri 2020 gioco conteso tra Pinocchio e Favolacce

Quaranta i film selezionati per la 74esima edizione del Nastro d’Argento, Premio dei Giornalisti, nato nel 1946, all’eccellenza nel cinema italiano.
Il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI) non si scoraggia e dimostra una grande solidarietà per tutti gli operatori del settore che ancora non possono tornare a lavoro. Come vuole la tradizione, la cerimonia si terrà a Roma presso il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo a Roma, anche se quest’anno in diretta streaming. 

Per le candidature del Nastro 2020, sono stati considerati tutti i titoli usciti, anche su piattaforme, dal 1° giugno 2019 al 31 maggio 2020. Tradizione e innovazione sembrano essere le parole chiavi per questo cinema d’autore che emoziona il pubblico più che mai. 

Con ben nove candidature ciascuno, tra cui miglior film e miglior regia, il gioco sembra essere conteso tra Pinocchio di Matteo Garrone e Favolacce di Fabio e Damiano D’Innocenzo. I due fratelli hanno sorpreso la critica italiana e internazionale, già premiati con l’Orso d’argento a Berlino per la migliore sceneggiatura. Seguono in classifica, i film Gli anni più belli di Gabriele Muccino e La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek con otto nomination, e Il Sindaco del Rione Sanità di Mario Martone e Martin Eden di Pietro Marcello con sette.

Inoltre, sarà Toni Servillo quest’anno a ricevere il Nastro d’Argento alla carriera, un riconoscimento che il Direttivo dei Giornalisti Cinematografici dà tradizionalmente. Toni Servillo viene scelto perché si è dimostrato “Un protagonista che continua a lasciare il segno regalandoci personaggi e interpretazioni sempre indimenticabili […]È un perfezionismo, il suo, che continua ad affascinarci e fa la differenza anche nella qualità, nata oltre lo schermo e prima dello schermo, nel suo fare teatro” come confermato nella motivazione al premio. [fonte]

Miriam Russo 

Ecco la lista dettagliata delle candidature ai Nastri d’Argento 2020

Miglior film
Migliore regia
  • Gianni Amelio – Hammamet
  • Pupi Avati – Il signor diavolo
  • Cristina Comencini – Tornare
  • Fratelli D’Innocenzo – Favolacce
  • MatteoGarrone – Pinocchio
  • Pietro Marcello – Martin Eden
  • Mario Martone – Il sindaco del Rione Sanità
  • Gabriele Muccino – Gli anni più belli
  • Ferzan Ozpetek – La Dea fortuna
  • Gabriele Salvatores – Tutto il mio folle amore
Miglior regista esordiente
  • Stefano Cipani – Mio Fratello Rincorre I Dinosauri
  • Marco D’Amore – L’immortale
  • Roberto De Feo – The Nest
  • Ginevra Elkann – Magari
  • Carlo Sironi – Sole
  • Igor Tuveri (IGORT) – 5 È Il Numero Perfetto

Miglior Commedia

  • Figli di Giuseppe Bonito
  • Il Primo Natale di Salvo Ficarra e Valentino Picone
  • Lontano Lontano di Gianni Di Gregorio
  • Odio L’estate di Massimo Venier
  • Tolo Tolo di Luca Medici
Miglior produttore
  • Marco Belardi, Lotus Production e Paolo del Brocco, Rai Cinema 3 con r Marys Ent.- Gli anni più belli
  • Agostino, Giuseppe e Mariagrazia Saccà, Rai Cinema e Vision Distribution – “Favolacce” e “Hammamet”
  • Attilio De Razza, Tramp Limited, Giampaolo Letta di Medusa – Il primo Natale
  • Luca Barbaraeschi, Eliseo Cinema, Paolo del Brocco Rai Cinema – L’Ufficiale e la spia
  • Matteo Garrone Archimede film,  Paolo del Brocco Rai Cinema, Leone Film – Pinocchio
Miglior attore protagonista
  • Stefano Accorsi, Edoardo Leo – La dea fortuna
  • Pierfrancesco Favino – Hammamet
  • Luca Marinelli – Martin Eden
  • Francesco Di Leva – Il Sindaco Del Rione Sanità
  • Kim Rossi Stuart – Gli Anni Più belli
Miglior attrice protagonista
  • Giovanna Mezzogiorno – Tornare
  • Micaela Ramazzotti – Gli anni più belli
  • Lunetta Savino – Rosa
  • Lucia Sardo – Picciridda
  • Jasmine Trinca – La Dea Fortuna
Miglior attore non protagonista
  • Roberto Benigni – Pinocchio
  • Carlo Buccirosso – 5 E’ il numero perfetto
  • Carlo Cecchi – Martin Eden
  • Gallo e De Francesco – Il Sindaco Del Rione Sanità
  • Massimo Popolizio – Il Primo Natale, Il Ladro Di Giorni
Miglior attrice non protagonista
  • Barbara Chichiarelli – Favolacce
  • Matilde Gioli – Gli Uomini D’oro
  • Valeria Golino – 5 È Il Numero Perfetto, Ritratto Della Giovane In Fiamme
  • Benedetta Porcaroli – 18 Regali
  • Alba Rohrwacher – Magari
Miglior attore di commedia
  • Luca Argentero – Brave Ragazze
  • Giorgio Colangeli – Lontano Lontano
  • Valerio Mastandrea – Figli
  • Giampaolo Morelli – 7 ore per farti innamorare
  • Gianmarco Tognazzi – Sono solo fantasmi
Miglior attrice di commedia
  • Antonella Attili – Tolo Tolo
  • Paola Cortellesi – Figli
  • Anna Foglietta – D.N.A. – Decisamente Non Adatti
  • Lucia Mascino – Odio L’estate
  • Serena ossi – Brave Ragazze, 7 Ore per farti innamorare
Miglior soggetto
  • Bar Giuseppe di Giulio Base
  • Buio di Emanuela Rossi
  • Il grande salto di Daniele Costantini
  • Il signor Diavolo di Pupi, Antonio e Tommaso Avati
  • L’uomo del labirinto di Donato Carrisi
Miglior sceneggiatura
  • Favolacce – Damiano e Fabio D’Innocenzo
  • Il Sindaco del Rione Sanità – Mario Martone, Ippolita Di Majo
  • La Dea Fortuna – Gianni Romoli, Silvia Ranfagni, Ferzan Ozpetek
  • Martin Eden – Pietro Marcello, Maurizio Braucci
  • Tutto il mio folle amore  – Umberto Contarello, Sara Mosetti
Migliore fotografia
  • Luan Amelio – Hammamet
  • Paolo Carnera – Favolacce
  • Daniele Ciprì – Il primo Natale
  • Daria D’Antonio – Tornare, il ladro di giorni
  • Italo Petriccione – Tutto il mio folle amore
Migliore scenografia
  • Dimitri Capuani – Pinocchio
  • Emita Frigato, Paola Peraro -Favolacce
  • Giuliano – Pannutti – Il signor diavolo
  • Luca Servino – Martin Eden
  • Tonino Zera – L’uomo del labirinto
Miglior montaggio
  • Esmeralda Calabria – Favolacce
  • Marco Spoletini – Pinocchio, Villetta con ospiti
  • Jacopo Quadri – Il sindaco del Rione Sanità
  • Patrizio Marone – L’Immortale
  • Claudio Di Mauro – Gli anni più belli, 18 Regali
Migliori costumi
  • Massimo Cantini Parrini – Pinocchio, Favolacce
  • Cristina Francioni – Il primo Natale
  • Alessandro Lai – Tornare
  • Andrea Cavalletto – Martin Eden
  • Nicoletta Taranta – 5 è il numero perfetto
Miglior sonoro
  • Maurizio Argentieri – Il sindaco del rione sanità, Tornare
  • Gianluca Costamagna – L’Immortale
  • Denny De Angelis – Martin Eden
  • Maricetta Lombardo – Pinocchio
  • Gilberto Martinelli – Tutto il mio amore folle
Migliore colonna sonora
Miglior canzone originale
  • Che vita meravigliosa di Diodato – La Dea Fortuna
  • Gli anni più belli di Claudio Baglioni – Gli anni più belli
  • Il ladro di giorni di Alessandro Nelson Garofalo cantata da Alessandro Nero Nelson e Claudio Gnut – Il ladro di giorni
  • Rione Sanità di Ralph P. (Raffaele Buonomo) – Il Sindaco del Rione Sanità
  • Un errore di distrazione di Brunori Sas – L’ospite
  • We come from Napoli di Liberato con Robert Del Naja – Ultras