skip to Main Content
Associazione Operatori Radiofonici Universitari

Notte Europea dei Ricercatori 2016

notte-europea

Le radio del network RadUni sosterranno il prossimo 30 settembre 2016 la Notte Europea dei Ricercatori promuovendo una maratona radiofonica condivisa che, dalle ore 14 alle 24:00, coinvolgerà la totalità delle emittenti radiofoniche universitarie con una staffetta radiofonica in diretta e la realizzazione di contributi registrati!

Clicca e ascolta la diretta condivisa con le nostre radio!

La Notte Europea dei Ricercatori è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea che dal 2005 fa incontrare i ricercatori con il grande pubblico in differenti città europee in una stessa data di fine estate: rappresenta un’occasione straordinaria per avvicinare, in modo divertente, il pubblico di ogni età al mondo della ricerca, per aprire uno spazio di incontro e dialogo con i cittadini e per sensibilizzare i giovani alla carriera scientifica.


Il
30 Settembre 2016, in differenti città europee, i cittadini avranno l’opportunità di visitare strutture di ricerca che di solito non sono aperte al pubblico, utilizzare le più recenti tecnologie con la guida dei ricercatori, partecipare ad esperimenti, concorsi, dimostrazioni e simulazioni, scambiare idee e fare festa con i ricercatori.

(Per maggiori informazioni: http://www.nottedeiricercatori.it/)

Da quest’anno RadUni, l’Associazione degli Operatori Radiofonici Universitari Italiani,  lancia una diretta unificata che toccherà ben 5 progetti a livello nazionale, raccontati attraverso le voci di ricercatori, comunicatori scientifici e studenti del team delle radio universitarie di tutta la penisola.

La diretta inizierà alle 14 in Calabria con Ponte Radio, per poi cedere il passo a Sanbaradio di Trento. Poi sarà il turno di Uniradio a Cesena, Radio Zammù a Catania, Radio Bue a Padova, Poliradio a Milano, Roma 3 Radio a Roma, Radio 6023 nell’Università del Piemonte Orientale, e infine Radiophonica a Perugia.

Di seguito i 6 progetti condivisi a livello nazionale:

BRIGHT . LA NOTTE DEI RICERCATORI IN TOSCANA

http://www.bright-toscana.it/

Arezzo, Calci, Firenze, Grosseto, Lucca, Pisa, Poggibonsi, Pontedera, Portoferraio, Prato, Siena, Viareggio

Il progetto BRIGHT è volto a migliorare la visibilità e la percezione del lavoro dei ricercatori tra la cittadinanza della Regione Toscana, in contemporanea con tutte le iniziative europee della Notte dei Ricercatori (the European Researchers’ Night – ERN). L’acronimo BRIGHT significa “Brilliant Researchers Impact on Growth Health and Trust in research” (I ricercatori di talento hanno un impatto sulla crescita, la salute e la fiducia nella ricerca), a simboleggiare l’aspetto positivo dell’attività di ricerca e divulgare un messaggio di fiducia al grande pubblico.

BRIGHT porterà i ricercatori nelle strade del centro storico delle molte città coinvolte, e aprirà le porte dei laboratori ai cittadini. Essi potranno quindi parlare con i ricercatori, apprezzarne la competenza e la passione, e ascoltare dalle loro parole l’impatto positivo che i risultati delle loro ricerche hanno sulla qualità della vita. “I ricercatori migliorano la tua vita!” è il principio guida che nasce dalla passione, dall’entusiasmo e dall’impegno tenace e quotidiano dei ricercatori e come ciò contribuisce al benessere di tutta la popolazione. BRIGHT ha l’obiettivo di accrescere la consapevolezza dell’importanza del ruolo dei ricercatori nel risolvere le grandi sfide del futuro, quali salute e benessere, nuove tecnologie, sviluppo sostenibile, la conoscenza dei fenomeni naturali e della nostra eredità culturale. Il successo di BRIGHT dipenderà dalla sua capacità di aiutare la cittadinanza a comprendere l’IMPATTO dei ricercatori e del loro lavoro sullo sviluppo della società, aumentando la FIDUCIA delle persone nella ricerca, obiettivo, questo, particolarmente importante in questi tempi in cui purtroppo troppo spesso circolano false credenze prive di qualsiasi fondamento scientifico.

CLOSER . COLTIVIAMO INSIEME LA RICERCA

http://nottedeiricercatori.piemontevalledaosta.it/

Alessandria, Aosta, Asti, Biella, Cuneo, Torino, Verbania

Il Piemonte è tra le poche regioni che vanta la partecipazione a tutte e dieci le edizioni e anche quest’anno ha superato la selezione europea insieme alla Valle d’Aosta con il progetto biennale CLoSER – Cementing Links between Science&society toward Engagement and Responsibility. Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Torino, Verbania e Aosta sono pronte a ospitare migliaia di ricercatori e cittadini di tutte le età per incoraggiarli a progettare insieme un futuro sostenibile: CLoSER abbraccia in toto i valori promossi dalla Responsible Research and Innovation (RRI) – la più potente “questione” trasversale in Horizon 2020.

La RRI è un nuovo paradigma che collega scienza e società offrendo l’opportunità di coltivare un interesse comune tra i ricercatori e una varietà di attori sociali tutti impegnati in un dialogo sull’impatto della scienza nella società contemporanea per progettare insieme un futuro sostenibile, eticamente accettabile e socialmente desiderabile. Per questa ragione la Notte dei Ricercatori in Piemonte e Valle d’Aosta coinvolge università, centri di ricerca e imprese che intendono rafforzare il rapporto tra il territorio e il mondo della ricerca e dell’innovazione.


LUNA 2016 . LA LUNGA NOTTE DELLA RICERCA

https://lunganottedellaricerca.it/it

Bolzano

LUNA – La Lunga notte della ricerca a Bolzano, all’insegna del tema “The Big Picture” Tenere d’occhio il quadro generale pur avendo cura dei dettagli: questa è la sfida quotidiana degli scienziati. La ricerca spacca il capello con indagini minuziosissime, ma deve poi anche fornire un’immagine a 360° dei cambiamenti che stanno avvenendo e di cosa ci aspetterà in futuro. All’insegna del tema “The Big Picture” torna anche a Bolzano la Lunga Notte della Ricerca – la quinta edizione per la città. Secondo gli organizzatori di LUNA, scienza e ricerca possono fornire la chiave per aprire le menti e comporre questa “Big Picture”: i ricercatori racconteranno come possono aiutare a capire meglio il mondo e fornire soluzioni concrete per fronteggiare gli effetti dei problemi globali, anche in una piccola regione. Il 30 settembre 2016, non-stop dalle 17 alle 24, oltre 250 ricercatori apriranno al grande pubblico le porte di 14 location, tra laboratori e istituzioni di ricerca. Bambini, adulti e anziani saranno coinvolti in oltre 100 tra esperimenti, attività interattive, discussioni e dimostrazioni.

MADE IN SCIENCE . LA SCIENZA COME MARCHIO DI FABBRICA

http://www.frascatiscienza.it/pagine/notte-europea-dei-ricercatori-2016

Bari, Cagliari, Carbonia, Cassino, Catania, Ferrara, Firenze, Frascati, Genova, Gorga, Grottaferrata, Lecce, Milano, Modena, Monte Porzio Catone, Napoli, Palermo, Parma, Pavia, Reggio Emilia, Roma, Sassari, Trieste

l prossimo 30 settembre torna la Notte Europea dei Ricercatori organizzata da Frascati Scienza, il grande evento che da undici anni porta la scienza e i ricercatori tra i cittadini, i giovani e gli studenti.
Il tema di questa nuova edizione della Notte è
MADE IN SCIENCE: la scienza come “marchio di fabbrica”, una garanzia di eccellenza della ricerca che migliora la vita quotidiana di tutti, simbolo della qualità e prestigio per il nostro Paese. Made in Science con la sua rete di enti di ricerca e università di alto valore scientifico, costituisce una vera e propria “filiera della conoscenza”, in grado di distinguersi per qualità, identità, creatività, sicurezza, transnazionalità, competenze e responsabilità. Come il Made in Italy è il simbolo del nostro Paese, MADE IN SCIENCE sarà l’immagine con la quale le migliaia di ricercatori partecipanti comunicheranno alla società i valori della scienza. Bari, Cagliari, Carbonia, Cassino, Catania, Ferrara, Firenze, Frascati, Genova, Gorga, Grottaferrata, Lecce, Milano, Modena, Monte Porzio Catone, Napoli, Palermo, Parma, Pavia, Reggio Emilia, Roma, Sassari e Trieste saranno protagoniste indiscusse di questa lunga notte di eventi scientifici ad alto tasso di spettacolarità e coinvolgimento del pubblico con migliaia di ricercatori coinvolti.

SHARPER . SHaring Researchers’ Passions for Engagement and Responsibility

https://sites.google.com/site/sharper2014nottedeiricercatori/

Ancona, L’Aquila, Cascina, Palermo e Perugia

A Perugia, Ancona, Cascina, L’Aquila e Palermo la Notte Europea dei Ricercatori si chiama SHARPER: SHaring Researchers’ Passions for Engagement and Responsibility, ovvero “condividere le passioni dei ricercatori, per il coinvolgimento e la responsabilità”. A partire dal primo pomeriggio, fino a tarda notte, un appuntamento ricco di attività dedicate a scienza, innovazione e tecnologia, in grado di avvicinare il grande pubblico e il mondo della ricerca. Una festa in cui intrattenimento, informazione e partecipazione si mescolano per creare un insieme di spettacoli, incontri e caffè scientifici, performance tra arte e scienza, giochi di ruolo e appuntamenti conviviali animati da ricercatori ed esperti comunicatori.

Tra le molte attività in programma Light City Dress vestirà le facciate di edifici simbolo e palazzi principali delle città con immagini e graphic design, utilizzando contributi provenienti dal mondo della ricerca, mentre nello Storytellers Night Show i racconti diventeranno protagonisti: storie di ricerca e ricercatori ma anche racconti d’arte e di missioni scientifiche. SHARPER racconta quanto ci sia di più universale e condivisibile: SHARPER racconta emozioni. Dal desiderio di raggiungere risultati in grado di migliorare la qualità della vita di ognuno, alla passione, alla curiosità che animano ogni ricercatore. L’evento si rivolge a tutti, grandi e piccoli, dando la possibilità di confrontarsi con le sfide che gli scienziati affrontano ogni giorno.

SOCIETY . IN SEARCH OF CERTAINTY

http://nottedeiricercatori-society.eu/

Bologna, Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini

SOCIETY In Search of Certainty – Interactive Event To inspire Young people: obiettivo del progetto SOCIETY è presentare la ricerca quale uno dei migliori e più efficaci strumenti per raggiungere soluzioni ed idee innovative utili ad affrontare le sfide che la società deve affrontare e portando così ad un tangibile miglioramento nella qualità della vita quotidiana. SOCIETY avrà luogo a Bologna, Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini.

SOCIETY sarà sviluppato secondo molteplici itinerari che richiamano i percorsi e le stazioni di una metropolitana. Ogni linea rappresenta un’area per la quale i ricercatori coinvolti proveranno a individuare e proporre in modo accattivante e interattivo soluzioni e idee a problemi presenti e passati. Per sensibilizzare sull’importanza e la bellezza del fare ricerca SOCIETY, che significa In Search of Certainty – Interactive Event To inspire Young people, punta sul coinvolgimento del pubblico e la co-partecipazione nella progettazione. Come diretta conseguenza i ricercatori beneficeranno del supporto del pubblico e della possibilità di rendere esplicita l’importanza del lavoro di ricerca nella società. SOCIETY è pensato per raggiungere il pubblico più ampio con una particolare attenzione agli studenti degli istituti di formazione secondaria superiore e agli aspetti di genere per incoraggiare la presenza femminile nelle carriere di ricerca.

E non solo… la risposta e la volontà di partecipazione è estesa a molte altre città universitarie che hanno organizzato eventi specifici e programmato eventi per comunicare al meglio la ricerca scientifica nel loro territorio.

Anche questi eventi saranno raccontati nella maratona streaming delle radio universitarie italiane: tante voci insieme per raccontare anche ai non addetti ai lavori la ricerca!

Back To Top