Mag
11

Presentata l’edizione 2017 del FRU

Scritto in // News, News

VERONA FRUA Verona l’undicesima edizione del Festival delle radio universitarie.
Dal 18 al 21 maggio all’università di Verona attesi più di 200 giovani redattori e speaker provenienti da tutta Italia.

 

Presentata ieri, a Palazzo Giuliari, l’undicesima edizione del festival delle radio universitarie italiane (FRU). Dal 18 al 21 maggio studenti provenienti da tutta Italia, accomunati dalla passione per la radio, si daranno appuntamento nella città scaligera per partecipare a workshop, incontri, conferenze, eventi e dirette radiofoniche.

Tra gli ospiti d’eccezione il giornalista di “Tutto il calcio minuto per minuto” di Radio Rai Uno Francesco Repice e l’intera redazione de “La Zanzara” di Radio24 guidata dai conduttori Giuseppe Cruciani e David Parenzo.

“Un’iniziativa importante – ha ricordato l’assessore comunale di Verona allo Sport e al Tempo libero, Alberto Bozza – per la passione e l’impegno che ci mettono gli studenti. Le radio universitarie sono un laboratorio culturale che mette in rete competenze. Si tratta della voce dei ragazzi, che con il festival possono confrontarsi”.
FuoriAulaNetwork trasmette dal 2005, coinvolgendo studenti della laurea in Comunicazione, ma non solo, come ha ricordato Marta Ugolini, delegata del rettore alla Comunicazione  per l’ateneo scaligero: “La radio universitaria è un laboratorio per acquisire competenze e abilità che possono poi essere utili a tutti nel mondo del lavoro, per questo è sostenuta dall’ateneo, che riconosce la sua importanza strutturale”.
Tanti gli eventi in programma nella tre giorni, come hanno spiegato Alessandro Raimondo, presidente di RadUni e Andrea Diani, responsabile di FuoriAulaNetwork. “Sarà un festival fantastico, siamo felici di essere a Verona – ha detto Raimondo, cui fa eco Diani – La radio è nata da un’idea forte, essere strumento per i ragazzi che hanno bisogno di esperienze per intraprendere il loro viaggio. E le esperienze fatte durante gli anni universitari sono tra le più formative”. Alla presentazione sono intervenuti anche Sergio Cau, presidente del Consiglio degli studenti, che ha ricordato come molti tra gli studenti che hanno fatto parte di FuoriAulaNetwork hanno poi impiegato le loro competenze in contesti di comunicazione, e Marco Saglia, responsabile Esu per il Fru, che ha sottolineato come il Fru 2017 rappresenti un momento importante di condivisione e di confronto non solamente per tutti gli studenti ospitati provenienti da tutta Italia ma anche per tutta la comunità universitaria e cittadina.

Per la prima volta il festival si terrà a Verona che può vantare una delle radio universitarie più longeve e consolidate, FuoriAulaNetwork. L’iniziativa è organizzata da Raduni, Associazione degli operatori radiofonici universitari italiani, università di Verona e FuoriAulaNetwork. Il Fru gode inoltre del patrocinio di Esu, che offrirà a tutti i partecipanti i pasti nella mensa universitaria San Francesco, e della collaborazione del Comune di Verona.

Confermata la presenza di 200 studenti, redattori e speaker delle radio universitarie di oltre 20 atenei italiani. Il Festival è un’importante occasione di incontro per molti giovani appassionati di radio, che avranno l’opportunità di confrontarsi con alcuni professionisti del settore e mettersi in gioco attraverso workshop pratici. Saranno anche premiati il miglior programma e la migliore voce delle emittenti di ateneo e, per il secondo anno, sarà consegnato un riconoscimento alla miglior tesi di laurea dedicata al movimento delle radio universitarie. Non mancheranno, infine, i momenti ludici e ricreativi, pensati con l’obiettivo di creare occasioni di dialogo tra i diversi redattori e far nascere sinergie tra le emittenti.

PROGRAMMA FRU 17IL PROGRAMMA:

Dieci tavole rotonde e conferenze, sei Workshop pratici, tre contest e oltre 20 ore di diretta. Sono questi i numeri del programma del festival delle radio universitarie, costruito con l’intento di affrontare diverse tematiche che possano soddisfare quanto più possibile le aspettative e gli interessi dei diversi redattori. Incontri, conferenze e workshop si svolgeranno al Polo Zanotto mentre durante le serate il “popolo” del Fru parteciperà a eventi universitari e cittadini.

Il festival si aprirà giovedì 18 maggio con l’accoglienza ai partecipanti e la consegna del kit di benvenuto realizzato in collaborazione con Progetto Quid. Alle 16 inizierà la diretta condivisa del Fru, una vera e propria maratona radiofonica che proseguirà fino a sabato 20 maggio e sarà trasmessa su tutte le emittenti del circuito RadUni. Alle 17 la direttrice della biblioteca Frinzi Daniela Brunelli accompagnerà gli ospiti del Festival al Polo Santa Marta per una visita guidata. Alle 18 ci sarà la prima tavola rotonda, “International College Radio: progetti e prospettive”, dedicata alle iniziative organizzate da RadUni in sinergia con le radio universitarie europee e mondiali. Dopo cena, alle 21.30, si parlerà invece di “Radio e Cinema: influenze audiovisive” con l’intervento del docente dell’università di Verona Alberto Scandola.

Venerdì 19 maggio, alle 11, ci sarà l‘apertura ufficiale del Fru con i saluti istituzionali del rettore Nicola Sartor, dell’assessore allo Sport e Tempo libero del Comune Alberto Bozza, dai vertici di Esu e del presidente del Consiglio degli studenti Sergio Cau. Alle 12 è in programma “Radio Invasioni: stati generali delle radio universitarie”, un momento dedicato alla condivisione delle migliori progettualità delle radio universitarie italiane. Alle 15 si parlerà della promozione delle attività e dei prodotti delle emittenti attraverso i social media in “Così FAN tutti: la sfida dei social” e a seguire sarà dato spazio alla dibattuta questione “Musica e diritto d’autore”. La giornata si concluderà con la tavola rotonda “Al di là della rete: com’è cambiata la comunicazione dello sport”: tra gli ospiti il giornalista di Radio Rai Francesco Repice e alcuni rappresentanti di Chievo Verona, Calzedonia BluVolley Verona e Tezenis Scaligera Basket. Per tutto l’arco del pomeriggio di venerdì si svolgerà il Fru Talent, un contest di conduzione radiofonica al termine del quale sarà decretata la migliore voce delle radio universitarie italine del 2017. Il contest sarà trasmesso all’interno della diretta condivisa. In serata, invece, i partecipanti del Fru saranno all’Esu Day, l’ormai tradizionale appuntamento che si svolgerà nel giardino della mensa del Polo Zanotto.

La giornata di sabato 20 maggio sarà aperta, alle 10, dall’incontro “I mestieri della radio”, che avrà come protagonisti i membri della redazione de “La Zanzara” di Radio24, guidati dai noti conduttori Giuseppe Cruciani e David Parenzo. A seguire la conferenza ”Linguaggi della radio: il fine giustifica i media?”, con gli interventi, tra gli altri, di Claudio Sabelli Fioretti e Claudio Di Biagio di “ME anziano, YOU tuber” di Radio Rai 2. Nel pomeriggio spazio ai workshop pratici dedicati a storytelling, radiocronaca sportiva, social network, digital marketing, conduzione radiofonica e gestione degli aspetti tecnici. Ultimo incontro di giornata sarà la tavola rotonda “Radio e web, 3.0 gradi di separazione: qual è il futuro?”. Durante l’incontro Luca Abete, inviato di “Striscia La Notizia”, premierà il miglior spot sociale prodotto dalle radio universitarie per la campagna #noncifermanessuno.
Dopo cena il Fru si sposterà all’Arsenale dove è in programma “Arsenale Vintage World”. In questo contesto si svolgeranno le premiazioni dei vincitori dei contest RadUni “Miglior Programma 2016” e “Miglior tesi sulle radio universitarie”.

Il festival si concluderà nella mattinata di domenica 21 maggio con l’assemblea dei soci dell’Associazione Raduni e un rinfresco di saluto realizzato con il contributo dell’azienda Pasqua vigneti e cantine e del progetto Teste di rapa.

international

Le radio universitarie in Europa con cui RadUni collabora:

Radio Campus (Francia)
Network ARU (Spagna)
RUA (Portogallo)
KIEZ.FM (Germania)
RUM (Portogallo)