skip to Main Content
Associazione Operatori Radiofonici Universitari

Anche quest’anno il WCRD! la diretta italiana congiunta dalle 11 alle 13 del 3 ottobre

WCRD: oltre 700 stazioni radio studentesche in ben 43 nazioni unite in una maratona di 24 ore che farà il giro del mondo.

Ai blocchi di partenza la terza edizione del World College Radio Day: la data prescelta per la staffetta mondiale tra radio universitarie e studentesche di tutto il mondo è il 3 Ottobre, a partire dalle 02:00. Italia protagonista dalle 11:00 alle 13:00, ora locale.

Le emittenti universitarie sono in fermento per prepararsi all’edizione 2014 dell’evento mondiale a loro dedicato. Tra queste anche le stazioni italiane, che avranno come capofila per la gestione del loro slot di diretta la web radio e web tv dell’Umbria, Radiophonica.com.

Partner per l’Italia del WCRD è Ustation.it, il network dei media universitari, che ha operato in sinergia con RadUni, l’Associazione degli operatori radiofonici universitari italiani.

Il World College Radio Day di quest’anno avrà come fil rouge il tema dell’ “innovazione”.Si parlerà di innovazione in ambito sociale, economico, culturale, cercando di raccogliere testimonianze delle best practices nelle diverse regioni italiane. La diretta infatti sarà arricchita da contributi scelti da parte delle stazioni radio universitarie italiane del circuito RadUni e dalla partecipazione in diretta di Leonardo Alfonsi, Presidente dell’European Science Events Association.

Ecco le nazioni protagoniste della staffetta radiofonica del WCRD 2014: Stati Uniti, Messico, Colombia, Israele, Hong Kong, Irlanda, Italia, Emirati Arabi, Finlandia, Soud Africa, Gran Bretagna, Turchia, Francia, Svezia e Canada.

L’obiettivo del World College Radio Day è celebrare i valori di cui le radio universitarie sono un baluardo e una testimonianza preziosa: la libertà di pensiero e di espressione, la pluralità nel sistema dei media, il confronto come principio democratico per la crescita e l’arricchimento di una comunità. Incubatori di creatività, laboratori di comunicazione, canali di servizio, le radio universitarie, un migliaio in tutto il mondo, formano ogni anno migliaia di studenti, mettendo al centro delle proprie attività la didattica e la promozione della cultura in tutte le sue espressioni e declinazioni possibili. A questo proposito, Tiziana Cavallo, Presidente del WCRD, spiega che “l’idea del WCRD nasce da un incontro fortuito con due colleghi d’oltreoceano – Rob Quicke e Guillermo Gaviria – che rispettivamente in USA e Colombia seguono da anni le college radio e come me sono convinti che siano media comunitari strategici per far comunicare in modo innovativo e diretto le università e la società”. “Mancava un network internazionale” – continua Tiziana – “e abbiamo pensato al WCRD come contenitore privilegiato in cui le college radio di tutto il mondo possano conoscerci, scambiare idee e progetti e festeggiare insieme almeno una volta all’anno la radiofonia universitaria. In futuro l’idea e’ di dare gambe più forti a questo progetto perché la rete mondiale operi come aggregatore e cassa di risonanza del movimento”.

Back To Top