skip to Main Content
Associazione Operatori Radiofonici Universitari
World College Radio Day 2013: è Iniziato Il Countdown

World College Radio Day 2013: è iniziato il countdown

Il prossimo 1° ottobre ben 684 radio universitarie di 37 paesi dei cinque continenti, celebreranno con una maratona radiofonica globale di 24 ore live la seconda edizione del World College Radio Day (WCRD).

wcrdLa maratona del WCRD prende il via alle 00 ora italiana quando cominceranno a trasmettere le prime college radio. A staffetta, la maratona toccherà vari continenti e Paesi tra cui India, Cina, Sud America e ovviamente USA ed Europa.L’Italia avrà un ruolo da protagonista dell’intera manifestazione. Il network dei media universitari Ustation (www.ustation.it) coordinerà la fase europea della diretta, in collaborazione con l’associazione degli operatori radiofonici universitari RadUni (www.raduni.org).

All’Italia spetteranno due ore di diretta capeggiate da Ucampus (http://ucampus.unipv.it) la web radio dell’Università di Pavia e WAU (www.radiowau.com) web radio universitaria del Salento. Le due radio rappresenteranno le 26 emittenti radiofoniche italiane che fanno parte della rete del World College Radio Day.

Anche la regia dell’intero CRD parlerà italiano. La web radio degli studenti dell’Università di Cagliari, Unica Radio (www.unicaradio.it), gestirà i flussi delle radio partecipanti, mentre Top-IX, il consorzio piemontese per l’Internet Exchange (www.top-ix.org), offrirà il supporto tecnico.

Quest’anno nel corso della diretta sarà affrontato il tema della sostenibilità, intesa come capacità da parte di un ecosistema di portare avanti processi legati alla biodiversità e alla produttività nel futuro. Argomenti questi su cui la ricerca scientifica internazionale ha moltiplicato i propri sforzi per fornire nuovi modelli di sviluppo e su cui la comunicazione universitaria, a partire da quella radiofonica, ha posto grande attenzione.

L’evento nasce con l’intento di celebrare i valori di cui le radio universitarie sono un baluardo e una testimonianza preziosa: la libertà di pensiero e di espressione, la pluralità nel sistema dei media, il confronto come principio democratico per la crescita e l’arricchimento di una comunità. Incubatori di creatività, laboratori di comunicazione, canali di servizio, le radio universitarie, un migliaio in tutto il mondo, formano ogni anno migliaia di studenti, mettendo al centro delle proprie attività la didattica e la promozione della cultura in tutte le sue espressioni e declinazioni possibili.

COLLEGE RADIO DAY: LA STORIA

Nel 2011 l’evento è stato sperimentato su iniziativa di Rob Quicke, docente di comunicazione radiofonica alla William Paterson University del New Jersey e station manager della locale college radio WPSC FM.
Lo scorso anno la prima esperienza a livello globale, con 585 emittenti di 29 paesi collegate tra loro e alcune centinaia di migliaia di connessioni.

L’idea dell’ internazionalizzazione del CRD nasce alla fine del 2011 quando Rob Quicke, Tiziana Cavallo, co-founder di Ustation e tra i soci fondatori di RadUni, e Guillermo Gaviria presidente della rete latino americana delle radio universitarie, decidono di sperimentare una maratona mondiale per festeggiare questo medium e le sue caratteristiche.

Stay tuned on WCRD: www.collegeradioday.com

Back To Top