skip to Main Content
Associazione Operatori Radiofonici Universitari

Manca poco al FRU 2012!

Per l’occasione sarà allestito un vero e proprio villaggio multimediale: il FRU village, con una postazione permanente per i live, stand vari e non solo. Tra le tante iniziative anche quella di un orto in centro città realizzato con la collaborazione di Slow Food. La sostenibilità sarà infatti il grande tema della manifestazione: l’intento è quello di stimolare nella comunità la riflessione sulla scelta di uno stile di vita sostenibile sotto tutti i punti di vista.

Sul tema si confronteranno nella conferenza di apertura, giovedì 3 maggio alle ore 16 nell’Aula Vicoli della facoltà di Medicina, Francesco Gesualdi (Centro Nuovo Modello di Sviluppo), Marinella Levi (Politecnico di Milano), Riccardo Milano (Banca Etica), Silvio Greco (Slow Food) e l’assessore regionale Anna Rita Bramerini.

Venerdì 4 maggio, al Polo Carmignani si rifletterà sulla sostenibilità dell’informazione, partendo dal quesito se l’avvento delle nuove tecnologie e la diffusione dell’informazione attraverso nuovi supporti l’abbia resa più alla portata di tutti, più partecipativa e più ecologica. Interverranno Simona Salvi (Altratv.tv), il Prof. Davide Bennato dell’Università di Catania (tecnoetica.it) e Diego Barsotti (Greenreporter).

Le buone pratiche saranno messe in atto da subito: in tutti i luoghi del festival, saranno presenti raccoglitori per la raccolta differenziata. Grazie alla collaborazione con il DSU, le mense universitarie che accoglieranno gli ospiti del FRU, oltre che gli studenti, serviranno il 4 a pranzo e a cena portate a base di prodotti di filiera corta e il 5 maggio un apericena a chilometro zero. Ed anche il bere sarà sostenibile con bicchieri biodegradabili.

Il programma del FRU 2012 dedica ampio spazio anche a workshop pratici di conduzione radiofonica, redazione e sound design che, oltre ad essere momenti di formazione specifica legati al mondo della radiofonia, permetteranno agli studenti di confrontarsi con professionisti del suono e della radio, tra cui Max Poli, Direttore dell’Accademia di Radio e Televisione di Roma, e Provenzano Dj di m2o.

La musica live sarà la grande protagonista dell’evento: in programma infatti tre serate di concerti gratuiti.

Per l’apertura del 3 maggio saliranno sul palco le band emergenti selezionate nel FRU Contest, il concorso musicale per gli artisti della scena indipendente: i Fuori Forma, gruppo più votato on line, e gli altri quattro finalisti provenienti da tutta Italia (Periodo 3, Electric Floor, The Talking Bugs, Millionaire Blonde) decretati da una giuria di qualità. Dopo la finale del FRU Contest, vero protagonista della serata sarà il gruppo de “Il Pan del diavolo”, la band siciliana che regalerà al pubblico del buon rock’n’roll.

La seconda serata sarà aperta dal vincitore del FRU contest, seguito dalle note di Boxeur the Coeur, Iori’s eyes e i Giardini di Miró.

Il sabato, poi, eccezionale evento di chiusura: in scena l’appuntamento annuale di culto per gli studenti pisani e non, la “Radioeco Spring Party”, che avrà una veste davvero speciale. A movimentare la città della Torre pendente ci penseranno infatti Renèe La Bulgara e Chiara Robiony, dj di m2o.

Il FRU, nato a Padova nel 2007 e giunto quest’anno alla sua VI edizione, è promosso da Raduni (l’Associazione nazionale operatori radiofonici universitari), da Ustation.it (il network nazionale dei media universitari e degli studenti reporter), e dalla facoltà di Economia di Pisa, con il patrocinio dell’Università di Pisa, della rappresentanza in Italia della Commissione Europea, del DSU Toscana, della Regione Toscana, della Provincia e del Comune di Pisa.

Nella città toscana sono attesi 300 operatori radiofonici universitari provenienti dalle università di tutta Italia: Padova, Catania, Perugia, Salerno, Cosenza, Verona, Napoli, Pavia, Cagliari, Trento, Roma, Piemonte Orientale, Modena e Reggio Emilia, Macerata, Prato, Cesena, Savona, Trieste, Parma, Palermo e Siena.

Al Festival verrà presentato anche il nuovo progetto WebIrradiando. Finanziato dal Dipartimento per la Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha come principale obiettivo espandere e consolidare la rete delle webradio universitarie italiane, promuovendo la diffusione dell’esperienza ‘webradio universitaria’ anche in quelle realtà nelle quali ancora non si è pienamente sviluppata; la ricerca e la sperimentazione sulle webradio/tv, riconoscendo e valorizzando l’autonomia di questo mezzo di comunicazione all’interno del panorama dei mass media.

Il programma del FRU 2012 è disponibile sull’applicazione ufficiale di RadioEco scaricabile da Apple Store, Android Market, e attraverso il sito ufficiale del festival: www.fru12.it

Back To Top