spotlight

Chi siamo

spotlight

FRU 2018

spotlight

Iscrizioni

Feb
15

Amor Fou:“E CI CHIAMANO GIOVANI”

Dopo l’esperimento con i Motel Connection che hanno scelto i media universitari riuniti nel network Ustation e nell’associazione degli operatori dei media universitari RadUni per lanciare in esclusiva l’ultimo singolo del loro cd, la grande musica e l’approfondimento culturale tornano in rete.

Ustation e RadUni in collaborazione con ArteVox e attraverso la musica, le riflessioni, i confronti che gli Amor Fou faranno nel mondo giovane e universitario italiano dipingeranno un affresco della generazione del futuro attraverso l’operazione “E ci chiamano Giovani”.

 

Lo scopo di tutta questa iniziativa è creare dei momenti di confronto e dibattito che possano diventare spunti e storie di cui parlare nei testi delle canzoni del prossimo disco.
I video degli Amor Fou saranno pubblicati su www.ustation.it a partire dal 9 novembre per 3 settimane consecutive per sfociare poi nella talk live dove la band si confronterà direttamente con le domande degli speaker universitari catanesi e di tutte le radio associate a RadUni e presenti nel network Ustation.

Feb
15

International Day of Students – diretta nazionale

Viaggeremo tra le piazze e i palazzi, tra i presidi e i cortei, tra i laboratori e le aule studio.

Il futuro non è di chi c’è. E’ di chi ci sarà.

Ovunque tu sia, nel mondo, puoi sentirci. Su Raduni.org (Riascolta la diretta nazionale)

Con noi oggi (in ordine di collegamento):

Elena Monticelli, Coordinatrice per Roma di Link della Conoscenza
Claudia Vivo, Radio Sapienza da Roma
Gastone Rizzardi, studente del college da Londra
Mariagrazia Pellerino, ex-Presidente Ente Regionale Diritto allo Studio del Piemonte
Giuseppe Faita, Presidente dell’Ente per il Diritto allo Studio Pavia
Andrea Taccani, Ucampus Pavia
Dario Casati, Presidente Consorzio Interuniversitario (Univ. Studi di Milano, Bicocca,  Insubria, Iulm)
Elena Bravetta,  Ustation da Torino
Gioia Lovison, RadioBue da Padova
Moni Ovadia, attore ed autore
Luigi Brandi, studente di Sociologia a Parigi
Edoardo Rosso, Tascapane da Ferrara
Pasquale Nappi, Rettore dell’Università di Ferrara
Roberto Sammito, RadioZammù da Catania
Lavinia Bonamassa, RadioEco da Pisa
Riccardo Campolo, Libertà di Frequenza da Palermo
Philippe Daverio, critico d’arte, giornalista e presentatore televisivo
Damiano Menegolo, Fuori Aula Network, Verona
Maurizio Lana, ricercatore di Linguistica dell’Università del Piemonte Orientale
Gaeano Cervone, Unicittà da Firenze
Alessandro Ferretti, ricercatore del coordinamento Rete29aprile
Vera Vigevani, madre de Placa de Mayo
Luca Schiaffino, ricercatore del Coordinamento Precari Universitari
Francesco Boato, ricercatore da Berlino
Marta, studentessa de L’Aquila
Feb
15

Cose nostre: per la legalità e la cultura

Tra gli ospiti in studio a Bologna parteciperanno Davide Scalenghe (Current), Giordano Sangiorgi (MEI), Giuseppe Bianco (Procuratore di Firenze), Loris Mazzetti (Rai), Roberto Ippolito (autore de “Il bel Paese maltrattato”, Bompiani), Laura De Merciari (Slow Food). Saranno intervistati da Giampaolo Colletti (Nòva24 e Altratv.tv-FEMI) e Francesca Fornario (l’Unità). Tra i contributi quelli di Riccardo Iacona (Rai3), Massimo Fini (Movimento Zero), Giancarlo Caselli (Procuratore di Torino, già procuratore capo Antimafia a Palermo), Tommaso Tessarolo (Current), Sofia Bosco (FAI), Alberto Cisterna (Direzione Nazionale Antimafia), Michele Dotti (Autore de “L’anticasta”, EMI), Nicola Gratteri (Procuratore Tribunale di Reggio Calabria), Manuela Iattì (SkyTg24 e autrice “Avvelenati”), Nicola Trifuoggi (Procuratore di Pescara), Giuseppe Caporale (La Repubblica).

Per tutta la diretta è previsto un collegamento satellitare da Pollica grazie a Telecolore.

L’omaggio sul web a Vassallo è l’occasione per parlare delle tante mafie che affliggono il Paese. Grazie alla rete delle web tv sono previsti collegamenti in webcam via Skype con Torino: dagli studi di Libre ci saranno Pino Masciari (imprenditore minacciato dalla ‘ndrangheta e autore del libro “Organizzare il coraggio”, Add Editore), Maurizio Pallante (Movimento per la decrescita felice), Carla Mattioli (sindaco di Avigliana). Collegamento in webcam via Skype da Roma con gli studi di Luiss TV dall’Università Luiss e con L’Aquila, insieme alla Valigia Blu di Arianna Ciccone.
Collegamento anche con Polistena (RC) insieme ad Aldo Pecora e Rosanna Scopelliti (Ammazzateci tutti).

Da Latina intervengono Antimo Lello e Antonio Turri (Associazione Libera). Collegamento in diretta con l’Università di Palermo dalla web radio Libertà di Frequenza.
Spazio anche agli interventi esteri: sempre in webcam via Skype da Toronto parteciperà Antonio Nicaso (giornalista, esperto di ‘ndragheta internazionale), da Parigi Francesco Piccinini (Agoravox), da New York Andrea Masu (Alterazionivideo – Incompiuto Siciliano). In trasmissione le “incursioni” di Stefano Andreoli (Spinoza.it)


 

Feb
15

Spegni la tv per due giorni

Raduni e Ustation sono ancora una volta al fianco del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per promuovere l’immenso patrimonio custodito nei “forzieri” del Belpaese.

Sabato 25 e domenica 26 settembre 2010 si celebrano le GEP, Giornate Europee del Patrimonio, ideate nel 1991 dal Consiglio d’Europa per potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei.

Il MiBAC, come ogni anno, partecipa all’evento e organizza sull’intero territorio nazionale iniziative tese a valorizzare e mettere in evidenza i contenuti della cultura e del Patrimonio italiano, con l’obiettivo di condividere con altri Paesi europei le comuni radici continentali.

Per l’occasione saranno aperti al pubblico gratuitamente i luoghi della cultura che comprendono il patrimonio archeologico, artistico e storico, architettonico, archivistico e librario, cinematografico, teatrale e musicale.

Parteciperanno, in uno spirito di sinergica collaborazione, Regioni e Province autonome, il Ministero della Pubblica Istruzione e il Ministero dell’Università e della Ricerca nonché altre istituzioni culturali a carattere pubblico e privato. Raduni in collaborazione con Ustation vi farà ascoltare le voci di personaggi autorevoli che vi guideranno attraverso le meraviglie troppo spesso poco note al grande pubblico.

international

Le radio universitarie in Europa con cui RadUni collabora:

Radio Campus (Francia)
Network ARU (Spagna)
RUA (Portogallo)
KIEZ.FM (Germania)
RUM (Portogallo)