Nov
25

CineTime – Bohemian Rhapsody

Bohemian Rhapsody, è il nuovo film diretto da Bryan Singer e Dexter Fletcher, una coinvolgente celebrazione dei Queen, della loro musica e del loro  frontman Freddie Mercury (interpretato da Rami Malek).
Il film ricostruisce la storia della band attraverso le canzoni che continuano ad essere fonte di ispirazione per tutti gli appassionati.

Recensione a cura di Samira Haouachi e Miriam Russo, montaggio di Martina Esposito

Nov
25

CinEvergreen – Il capitale umano

Il capitale umano è un film del 2014 tratto dall’omonimo libro di Stephen Amidon, diretto da Paolo Virzì, con Fabrizio Bentivoglio e Valeria Golino. Nel codice a barre presente nella locandina, c’è tutto: l’espressione con cui le assicurazioni calcolano il prezzo della vita umana. Il film è il ritratto di un paese in crisi, e anche un film  dove alla base dell’intrigo privato troviamo il denaro e il profitto a tutti i costi. Allo spettatore è affidato il compito di assolvere o condannare i personaggi, compito che non si assume la regia, che osserva la scena dall’esterno senza prendere posizione.

Recensione a cura di Mattia Canino

Nov
23

CineUni – Seconda Puntata

Nella seconda puntata di CineUni parliamo di “power”, in tutte le sue declinazioni e sfaccettature: come viene affrontato questo tema nel cinema? Cosa vuol dire e soprattutto, quali film andare a vedere?
Per rispondere a queste e tante altre domande e curiosità c’è il podcast della puntata pronto per voi! Questa volta è Giovanna Delvino da Roma che ci fa sbirciare nelle sale cinematografiche d’Italia.
Buon ascolto!

Nov
19

CineWriters – Saturno Contro

“Ci sono momenti come questo in cui riesco a sentirmi felice. Voglio che rimanga tutto così per sempre. Anche se so che per sempre non esiste.”

Il regista turco Ferzan Ozpetek ambienta nell’amata Roma, già protagonista di molti suoi film, una pellicola sui sentimenti, le fragilità umane, il senso del dolore e dell’amicizia. Prodotto da Tilde Corsi e Gianni Romoli per la R&C Produzioni e distribuito da Medusa film, “Saturno contro” ha avuto un successo indiscutibile. Nelle sale cinematografiche è uscito il 23 febbraio 2007 e, in poco tempo, ha incassato 7.740.000 euro. Oltre l’aspetto economico, è importante ricordare i numerosi riconoscimenti del film:  4 Ciak d’oro, 5 Globi d’oro, 4 Nastri d’argento e un David di Donatello, come miglior attrice non protagonista, assegnato ad Ambra Angiolini.

La storia inizia con una cena tra amici a casa dello scrittore Davide e del suo compagno Lorenzo, che lavora in ambito pubblicitario. Uno alla volta, conosciamo Angelica, la psicologa, che è sposata con Antonio, occupato in una relazione extraconiugale con Laura, una fiorista. Neval, traduttrice di testi, è insieme al marito Roberto che fa il poliziotto. Incontriamo Sergio, il primo compagno di Davide, soprannominato per questo “Rebecca”, e la sensuale Roberta, appassionata di astrologia e dipendente dalla droga. Alla compagnia si aggiunge Paolo, un amico di Lorenzo. Durante una delle loro cene, Lorenzo ha un malore ed entra in coma. Da questo momento in poi, le vite di tutti subiranno un cambiamento profondo di fronte all’attesa della morte dell’amico. Avere “Saturno contro” significa, infatti, secondo l’astrologia, affrontare un periodo di difficoltà e cambiamento, perché Saturno è il pianeta punitore, portatore di cattive notizie. E sono proprio il cambiamento e la separazione i temi principali di questa storia, accanto ai quali troviamo i filoni più importanti dei lavori di Ozpetek: l’omosessualità, l’amore, la famiglia e la malattia.